1.805.202 | 11512  

dal 19/11/1999  

START | Storia | Produzione | Clienti/Serie | Motori | Titolari | Società | Factory | Album | Albo d'Oro | Formula 1 | Altre categorie
L'angolo del Professor | Calendario | E-mail | Servizi | McLaren BlogF1 |

Storia


Società

 

Presenze team ufficiale

Il 2 settembre 1963 Bruce McLaren fonda la "Bruce McLaren Motor Racing Ltd" e, alla fine dell'anno dopo, la condivise con Teddy Mayer. La prima sede fu un capannone fittato a New Malden (GB)

Nel 1964 nasce la sede "Belvedere" a Feltham; alla fine del 1965 la sede si sposta a Colnbrook.

Dal 1969 a Detroit la McLaren tiene una divisione motori: la McLaren Engines gestita da Alexander e dall'ing. Knutson e Bolthoff.

Il 21 novembre 1964 la McLaren firma un accordo con la Trojan (acquisitaria della ELVA): la Trojan produce su licenza le vetture McLaren (serie e competizione), lasciando a quest'ultima la possibilità di avvalersi della propria struttura per costruirsi liberamente i propri modelli e prototipi. L'accordo termina il 1972.

Nel 1965 la McLaren collabora con la Ford per sviluppare le Ford GT40 in versione spider (Ford GTX) per allinearle nelle gare Sport-Prototipo (Gruppo 7 nei campionati europei e USRRC in USA).

Nel 1965 e 1966 la McLaren collabora con la Firestone nello sviluppo dei pneumatici.

Nel 1968 la McLaren stringe un rapporto di fornitura e sponsorizzazione con una grande industria metallurgica americana: la Reynolds Aluminum. Con questi materiali nascono i telai per la F.1 e per l'Indycar e i motori per le vetture Can-Am.

Nel 1969 la McLaren viene finanziata dalla GoodYear per partecipare ad Indianapolis.

Nel 1970 l'Autodelta, reparto sportivo della Alfa Romeo, commissiona una monoposto di F.1 per istallarci il motore della T33/3 Sport-Prototipo.

Dal 1964 al 1965 partecipa al Campionato Tasman con vetture fatte costruire dalla Cooper, per poi proseguire dal 1968 al 1976 con proprie vetture.

Nel 1964 la McLaren comincia a correre nei Campionati Sport-Prototipo, prima con vetture private e poi con le proprie.

Nel 1966 con l'istituzione della Can-Am, serie per vetture di Gruppo 7, la McLaren partecipa con un team ufficiale fino al 1972, parallelamente alle proprie vetture vendute dalla ELVA-Trojan, e solo con team privati per altri due anni.

Nel 1966 con l’inizio dell'utilizzazione dei motori di 3 litri in Formula 1, il neozelandese Bruce McLaren e l’americano Teddy Mayer decidono di fondare una loro squadra di F.1.

Nel 1967 la McLaren e la Trojan producono una vettura per la Formula 2 con la quale corse anche un team ufficiale.

Nel 1969 la McLaren e la Trojan producono vetture per la Formula 5000 (in Europa) e Formula A (negli USA). Queste vetture furono gestite da team privati e da un paio di team semi-ufficiali.

Nel 1970 la McLaren comincia l'avventura nel campionato IndyCar. Un team ufficiale corre fino al 1979, mentre vetture private corrono fino al 1981.


Dal 1971, dopo la morte di Bruce McLaren, la gestione del team rimane nelle mani di Mayer con l'85% delle quote e di Alexander il 15%.

Nel 1973, per trattenere il motorista John Nicholson al servizio della McLaren, nasce con sede in Inghilterra la Nicholson-McLaren Engines.


Nel 1973 la Cosworth subappaltata a sei aziende autorizzate, tra cui la Nicholson-McLaren Engines, la produzione del motore DFV.

Nel 1977 la McLaren Engines sviluppa per la BMW Motorsport, la 320i Turbo per il campionato IMSA.

Nel 1980 la McLaren Engines insieme alla SVO (divisione della Ford) sviluppa la McLaren M81 Mustang per il campionato IMSA.


Nel 1977 la McLaren Engines con le BMW 320i Turbo ed il team McLaren North America corre nel campionato IMSA.


Il 16 settembre 1980 nasce la "McLaren International" con la fusione del Team McLaren (ex Bruce McLaren Motor Racing Ltd dal 2 luglio 1980) (Mayer 42,5% e Alexander 7,5%), la Project Four Racing (Ron Dennis 29% e Chrighton Brown 12%) e John Barnard 9% e, con l'appoggio finanziario della Marlboro. Fermo restando la sede di Colnbrook, Dennis e Barnard si insediano a Woking presso uno stabilimento sulla Boundary Road. Da questo momento la sigla che caratterizza i modelli prodotti dalla McLaren International è "MP4" (McLaren Project 4 o Marlboro Project 4). A Mayer resta la McLaren Engines e a Nicholson la Nicholson-McLaren Engines.

Nel novembre 1981 la produzione ed il reparto dirigenziale si spostano nella nuova sede di Woking, sull'Albert Drive.

Il 16 dicembre 1982 Mayer e Alexander  lasciano nelle mani di Dennis (58%), Brown (24%) e Barnard (18%) le loro quote ed il Team McLaren.

Il 25 ottobre 1984 l’arabo Ojjeh, proprietario della "TAG Group" ("Techniques d'Avant Garde"), studio di progettazione meccanica, rileva il 60% delle quote e diventa azionista di maggioranza con socio Dennis.


Nel 1981 per merito di John Barnard, la McLaren è la prima ad introdurre in F.1 un telaio in fibra di carbonio. Le parti sono costruite negli USA dall'azienda aeronautica Hercules Incorporated ed assemblate a Woking.

Nel 1982 Mansour Ojjeh (TAG Group) fonda la TAG Turbo Engines che finanzia un motore turbo voluto dalla McLaren. La Porsche curò la progettazione e la costruzione dell'unità motrice sul layout scelto dalla McLaren.

 


 


Il 2 dicembre 1985 nasce la "TAG McLaren Holdings" con la TAG Group (60%) e Dennis.


Nel 1993 la BMW si accorda con la McLaren Cars per la produzione dell'unità motrice per la supercar F1.  I legami che si instaurarono tra McLaren e Mercedes e tra Williams e BMW misero fine a questo connubio.


Nel 1995 e 1996 la TAG McLaren GT segue indirettamente il Campionato BPR (cui fa parte la 24h di Le Mans) per vetture Gran Turismo producendo per i clienti delle versioni speciali della F1. Nel 1997, nel subentrato Campionato FIA GT, le F1 sono sviluppate direttamente dalla BMW, fornitrice del motore.


Il 3 febbraio 2000 la "TAG McLaren Holdings" cede il 40% del pacchetto azionario (maggioranza relativa) alla DaimlerChrysler (Mercedes-Benz), conservando la responsabilità direttiva della scuderia, le restanti quote sono divise in parti uguali tra Dennis e la TAG Group.

L' 8 dicembre 2003 la "TAG McLaren Holding" si trasforma in "McLaren Group".

Il 12 maggio 2004 la società si trasferisce nella nuova sede "McLaren Technology Centre".

Nel gennaio 2007 Dennis ed Ojjeh vendono ognuno parte delle loro quote ad una società appartenente al Governo del Bahrain, la "Bahrain Mumtalakat Holding Company".


Nel 1999 la McLaren Cars ha stretto una partnership con la Mercedes-Benz per il disegno e la produzione del modello SLR.

La McLaren Electronic Systems insieme alla Microsoft (Microsoft MES) si aggiudicano la fornitura della centralina elettronica unica delle Formula 1 dal 2008.

 


WestIn F.3000 Internazionale dal 1998 al 2000 con la società WMM LTD tmySAP.comramite il team West Competition Team e mySAP.com Team, Junior Team del team di F.1, gestito da David Brown.

teammbm.comNel Karting nel 2000 e 2001 è presente nella Formula A e Formula Super A con il team mbm.com (Mercedes-Benz McLaren) gestito da Dino Chiesa e Keke Rosberg.

 


Dal 2009 al 2011 la Mercedes-Benz comincia ad uscire dal McLaren Group e la Bahrain Mumtalakat Holding Company si impossessa del 50% delle quote.


Il 2 gennaio 2015 il McLaren Group prende il nome di McLaren Tecnology Group.


Il 13 novembre 2009 la McLaren Automotive termina la partnership con la Mercedes-Benz e si separa dal McLaren Group.
Il 17 novembre
2011 la società si trasferisce nella nuova sede "McLaren Production Centre".

Il 25 giugno 2012 viene creata la McLaren Animation, una joint venture tra lo studio di animazione Framestore e McLaren Marketing.


Nel 2010 la CRS GT si insedia nella vecchia factory di Woking per costruire le vetture ufficiali McLaren GT per le classi GT3 e GT4.

La McLaren Electronic Systems nel 2014 è la fornitrice unica del motore elettrico, della trasmissione e delll’elettronica della FIA Formula E; nel 2016 fornisce in esclusiva le batterie.


Il 20 luglio 2017 Ron Dennis cede le sue quote ai soci e nasce il McLaren Group; la McLaren Automotive e la McLaren Tecnology Group si fondono nella McLaren Holdings.


Nel 2017 la McLaren Automotive crea una partnership con il Gruppo BMW per lo sviluppo di nuove tecnologie per la combustione.

 


Nel 2017 la McLaren e la Honda partecipano alla 500 miglia di Indianapolis appoggiandosi al team Andretti Autosport.

      

McLaren / Autosport / BRDC Award

Questo titolo viene istituito nel 1989 per selezionare giovani piloti promettenti.

McLaren Mercedes Champions of the Future

Dal 1996 viene organizzato un trofeo di Karting per mettere in evidenza giovani piloti (in collaborazione con la "ZIP KART").

McLaren Mercedes Young Driver Support Programme

Dal 1998 si pone l'obiettivo di formare ed aiutare con mezzi economici e tecnici, giovani piloti da portare alla massima formula. Il responsabile di tale progetto fino al 2000 è David Brown (ex ingegnere McLaren in F.1).
Dal 1998 al 2000 gestisce un team ufficiale in F.3000 Internazionale e nel 2000
e 2001 nel Karting, Classe 100 - Formula Super A.
Dal 2002 segue la carriera di giovani piloti in team privati.

West McLaren Mercedes Adrenaline Programme

Dal 1998 organizza eventi pubblici per far assaporare le emozioni dell'alta velocità, delle supercar e della F.1 (MP4-98T e F1).