2.415.789 

dal 19/11/1999  

START | Storia | Produzione | Clienti/Serie | Motori | Titolari | Società | Factory | Album | Albo d'Oro | Formula 1 | IndyCar | Altre categorie
L'angolo del Professor | Calendario | E-mail | Servizi | FanBox |
Tutto McLaren - L'angolo del Professor
2019

Australia Bahrain Cina Azerbaijan Spagna Monaco Canada Francia Austria Gran Bretagna 
Germania Ungheria Belgio Italia Singapore Russia Giappone Messico Stati Uniti Brasile 
Abu Dhabi 

<

GP di Stati Uniti 2019

>

U.S.A.

Ad Austin, nel Texas, terzultimo appuntamento stagionale di questo avvincente Campionato 2019, con una più che meritata vittoria di Bottas, forse anche danneggiato da una scelta su due soste voluta dal muretto, e comunque velocissimo e combattente di razza.

Completa il successo Mercedes Hamilton che proprio oggi si laurea per la sesta volta Campione del Mondo, inseguendo così la settima vittoria che rimane ancora patrimonio record di Michael Schumacher.

Ferrari ne combina di tutti i colori, dopo una qualifica invece assolutamente pregevole: handicap iniziale per Leclerc che partiva con un motore depotenziato dopo le rotture nei giorni passati, ma soprattutto per Vettel che, sui micidiali cordoli texani rompeva addirittura una sospensione, costretto così ad abbandonare la gara ancora nella prima metà di questa.

Ciò fa molto pensare per il fatto che tutte le altre auto di prima fascia abbiano tenuto (unica rottura, non di motore, di Ferrari ) e che Red Bull con uno scatenato Verstappen sia riuscita a competere fino alla fine per il podio.

Forse che a Maranello abbiano la testa già al 2020, usufruendo di queste ultime competizioni come test per nuove idee od invenzioni…

Fra gli altri sempre in crescita McLaren, tanto da far predire, al ritorno della motorizzazione Honda, un futuro assai più roseo rispetto ai passati ultimi anni di vero tormento.

Fra i giovani si vedono piloti emergenti, coraggiosi e capaci, considerato che il circuito di Austin è indubbiamente tra i più difficili, e quindi probanti, dell’intera stagione agonistica.

Non male anche altre Scuderie con piloti combattenti e coraggiosi sì da garantire continuità di spettacolare agonismo.

Arrivederci tra due settimane fra i Carioca,

con viva cordialità,

Fabrizio Pasquali

Tutto McLaren - L'angolo del Professor - Menu

E-mail

“ Quei temerari a ruote scoperte “ - ( Formula Uno in pillole )