2.024.681 

dal 19/11/1999  

START | Storia | Produzione | Clienti/Serie | Motori | Titolari | Società | Factory | Album | Albo d'Oro | Formula 1 | Altre categorie
L'angolo del Professor | Calendario | E-mail | Servizi | McLaren BlogF1 |
Tutto McLaren - L'angolo del Professor
2018

Australia Bahrain Cina Azerbaijan Spagna Monaco Canada Francia Austria Gran Bretagna 
Germania Ungheria Belgio Italia Singapore Russia Giappone Stati Uniti Messico Brasile 
Abu Dhabi 

<

GP di Gran Bretagna 2018

>

Vecchia Inghilterra, vecchia gara di F.1 con scorrettezze, fondo sconnesso, anche se appena riasfaltato, incidenti (per fortuna senza conseguenze ai piloti), safety car a profusione: tutto come in un passato mitico o forse già storico.

Da questa bagarre ne esce vittoriosa Ferrari con il suo driver migliore, Vettel, che al via è stato il più lesto, lasciando a Kimi il lavoro sporco di sbattere fuori Hamilton alla prima curva, come nel West di tradizionale leggenda.

Lewis da par suo, con una partenza tartaruga, è andato a cercarsi la grana, ma è stato splendido nella rimonta dall’ultima posizione sino al secondo posto, alla fine in lotta anche per la vittoria.

Ferrari, incidenti che la vedono colpevole e sanzionata dalla Giuria sia in Austria che in Inghilterra a parte, rimane oggi forse la realtà più accreditabile per la vittoria finale, verosimilmente in entrambe le classifiche.

Mercedes soffre la mancanza di quella superiorità dimostrata nelle ultime stagioni e forse più impreparata alla difesa di ogni posizione con il coltello tra i denti.

Ottima gara per la Red Bull, con Ricciardo finalmente a traguardo e con Verstappen che guadagna con il suo incredibile sorpasso l’applauso della giornata a testimoniare la classe pura del giovane: alla fine la sua vettura lo ha lasciato a piedi a due giri dalla fine, vero peccato.

Stando così le cose da verificarsi tra due settimane in Germania, Maranello dimostra una sia pur lieve superiorità sugli altri e, calmando una certa abitudinaria fallosità in partenza, dovrebbe finalmente aspirare al colpo gobbo finale: sarebbe anche ora.

Arrivederci sul circuito di Hockenheim, test basilare per la prosecuzione del Campionato, dal Vostro,

Fabrizio Pasquali

Tutto McLaren - L'angolo del Professor - Menu

E-mail

“ Quei temerari a ruote scoperte “ - ( Formula Uno in pillole )