2.164.058 

dal 19/11/1999  

START | Storia | Produzione | Clienti/Serie | Motori | Titolari | Società | Factory | Album | Albo d'Oro | Formula 1 | Altre categorie
L'angolo del Professor | Calendario | E-mail | Servizi | McLaren BlogF1 |
Tutto McLaren - Formula 1 - Cronaca Gran Premi 2000

Classifica

 Piazzamenti

     

Australia  Brasile  San Marino  Gran Bretagna  Spagna  Europa  Monaco  Canada  Francia  Austria  Germania  Ungheria  Belgio  Italia  USA  Giappone  Malesia 

Australia
12/03/2000 - Melbourne

Nella sessione di prove di qualificazione c'è stato un discreto margine di competitività in più rispetto alla concorrenza.

Ambedue i motori delle McLaren hanno ceduto nel comando pneumatico delle valvole. Tale inconveniente non si era mai presentato in migliaia di Km di test, ciò vuol dire che è stato un problema di materiale come ufficialmente dichiarato.

Videoteca (1)

Videoteca (2)


Brasile
26/03/2000 - Interlagos

Le Frecce d'Argento hanno dominato sia il venerdì che il sabato nelle prove.

Hakkinen, mentre era alla testa della corsa, ha avuto problemi meccanici (motore) che l'hanno costretto al ritiro. Coulthard pur arrivando secondo, non ha brillato sia in termini di prestazioni che di combattività. Anche lui ha avuto problemi al cambio. Il Team aveva previsto la strategia di una sola sosta per rifornimento e cambio gomme che, a quando sembra, avrebbe portato ottimi risultati a fine corsa.

Alle verifiche post GP è risultato che l'alettone anteriore era fuori misura per 2 millimetri, per questo gli è stato tolto il piazzamento conquistato.


San Marino
09/04/2000 - Enzo e Dino Ferrari

In gara quello che ha tradito la McLaren è stata una sosta di Schumacher più veloce ed una serie di giri veloci quando Hakkinen è andato ai box per il secondo pit stop. Per i 61 giri si è visto un Hakkinen più carico ed aggressivo che mai, una costanza di prestazioni che ha fatto la differenza con i restanti concorrenti. I meccanici hanno messo in grado a Coulthard di superare Barrichello nel pit stop.


Gran Bretagna
23/04/2000 - Silverstone

Dopo il via Coulthard ed Hakkinen sono terzo e quarto. Al trentunesimo giro Coulthard passa Barrichello e si porta al comando della gara. Anche se alla fine della corsa Coulthard ha avuto qualche problema, ciò non ha impedito di portare a compimento la doppietta. Hakkinen giunge secondo anche grazie ai pit stop di metà gara.


Spagna
07/05/2000 - Catalunya

Ha vinto Hakkinen dopo una lunghissima corsa che lo ha visto per la maggior parte secondo dietro M.Schumacher, ma a pochi secondi ed in attesa di superarlo da un momento all'altro. Ha dimostrato di essere un grande pilota, capace di competere con il grande nome dell'automobilismo attuale. Coulthard, frenato nel primo pit stop, si è rifatto fino ad arrivare in seconda posizione. Da ricordare il magistrale sorpasso ai danni di M.Schumacher in fondo al rettilineo di partenza.

Videoteca (1)


Europa
21/05/2000 - Nurburgring

Coulthard partito in Pole Position sbaglia la partenza ed involontariamente favorisce Hakkinen che parte benissimo dal terzo posto. Il Campione in carica resta primo finquando arriva la pioggia e la maestria di Schumacher in queste condizioni lo relega in seconda posizione. Vana è stata la strategia di prolungare la seconda sosta nella speranza di una più favorevole condizione metereologica. Da segnalare anche un problema nella prima sosta ai box di Hakkinen riguardante una ruota posteriore che stentava ad avvitarsi. Hakkinen nel tentativo di rimonta, è rimasto attardato dai diversi doppiati. Coulthard ha lamentato problemi alla macchina che in prima istanza non sono risultati palesi per il team ed il motorista. Nonostante tutto si è difeso egregiamente dall'attacco finale di Barrichello (quarto).


Monaco
04/06/2000 - Montecarlo

Nelle qualificazioni, mentre Coulthard non riesce a fare meglio del 3° posto, Hakkinen viene rallentato in ogni suo giro buono dall'esposizione di bandiere gialle che lo relegano a partire in terza fila.

All'inizio della corsa, le cose non vanno così bene in quanto le due Jordan, frenano rispettivamente i due piloti della McLaren. Dopo una prima parte alquanto monotona, a causa di ritiri ed incidenti, la situazione si sblocca. Nel frattempo, però Hakkinen si deve fermare ai box per far sistemare un cavo elettrico che gli intralciava l'uso del freno. Dopo aver perso più di un minuto, rientra in pista in 12.a posizione e con un giro di distacco: sembra tutto finito. Dopo un po' di giri, i ritiri degli avversari antistanti lo fanno balzare al 6° posto con avanti a se Salo. Dopo diversi tentativi di sorpasso alla monoposto di Hakkinen saltano due marce che lo costringono ad accettare quel piazzamento. Coulthard a pochi giri dalla fine balza al primo posto dopo il ritiro del fino allora dominatore della corsa M. Schumacher.


Canada
18/06/2000 - Gilles Villeneuve

Nelle prove del venerdì, Hakkinen ha problemi di ammortizzatori che gli fanno perdere il ritmo nello sviluppo della macchina per il GP. Di contro Coulthard dimostra di essere molto veloce ma all'ultimo minuto, il solito M.Schumacher gli ruba la Pole.

La gara parte male, in quanto Coulthard spegne il motore a semafori accesi nel giro di ricognizione. Ron Dennis prende la decisione di far riaccendere il motore pur di non partire in fondo allo schieramento e di subire lo Stop&Go di 10''. Partito il GP, mentre Coulthard tallona in seconda posizione M.Schumacher, Hakkinen è costretto a stare dietro a Villeneuve e Barrichello per tanti giri, tanti da non poter più riacchiappare i piloti di testa. Arriva anche la pioggia e forse qualche mancata scelta azzardata del team di montare le gomme da pioggia nel 1° Pit Stop, costringono dopo pochi giri ad un nuovo cambio gomme, Con questa mossa la possibilità di recuperare è impossibile e ci si deve accontentare di un 4° posto per Hakkinen ed un 7° per Coulthard che non ha potuto più rimontare dopo lo Stop&Go.


Francia
02/07/2000 - Magny-Cours

Sia le prove libere del venerdì che le ufficiali del sabato sono state costellate da problemi in particolar modo per Coulthard. Le cause vanno ricercate nel tentativo di sperimentare le nuove componenti aerodinamiche e meccaniche che il team aveva portato a Magny-Course. Hakkinen invece in questi due giorni non ha mai brillato o tentato le prime due posizioni, anche se il 4° tempo era vicinissimo al 3° di Barrichello.

La gara parte con il duo Coulthard - Hakkinen rispettivamente in 3° e 4° posizione, ma ben presto la McLaren di Coulthard si dimostra più veloce delle Ferrari e magistralmente, in pista, avvengono i due sorpassi. Hakkinen indietro, prima scavalca Barrichello al primo pit-stop, poi verso la fine della gara M.Schumacher poco prima del suo ritiro per cause meccaniche.

Videoteca (1)


Austria
16/07/2000 - A1 Ring

In verità le prove del venerdì e del sabato, nonché il warm-up della domenica sono state sì caratterizzate dai migliori tempi dei piloti McLaren, ma anche da piccole noie meccaniche (motore) per Coulthard.

In gara il duo Hakkinen - Coulthard partono in testa alla corsa e lì restano fino al traguardo, senza mai mostrare un minimo segno di cedimento. La gara per il duo si è svolta in tutta tranquillità anche perché, ma non sappiamo se fosse stato lo stesso, M.Schumacher e Barrichello erano stati alla prima curva tamponati con conseguente abbandono della corsa per il primo e danneggiamento del fondo piatto per il secondo.

La corsa purtroppo non è finita con la bandiera a scacchi, in quanto i commissari nella verifica a parco chiuso, hanno riscontrato l'assenza di uno dei sigilli di una centralina elettronica sulla macchina di Hakkinen. Dopo le opportune verifiche si è riscontrato la corrispondenza del software con quello registrato. Nonostante questo, la FIA ha convalidato la gara per il pilota, ma ha dato una multa di 50.000$ ed ha tolto i punti di Hakkinen al team per il Campionato Costruttori.


Germania
30/07/2000 - Hockenheim

Le prove cominciano con l'imminente minaccia di pioggia che costringe tutti i piloti ad uscire per qualificarsi. In due rocamboleschi giri con pista quasi asciutta, Coulthard riesce ad ottenere il miglior tempo del gruppo, mai più migliorabile, Hakkinen ottiene il 4° tempo.

La gara comincia con una partenza da manuale del duo della McLaren: Coulthard frena M. Schumacher, secondo, favorendo Hakkinen. Hakkinen e Coulthard, 1° e 2°, restano in queste posizioni fino a quando entra la safety car per un invasione di pista di un tifoso, Hakkinen entra subito ai box per il cambio gomme, Coulthard ritarda e perde la 2° posizione. A pochi giri dalla fine ci sono violenti scrosci di pioggia solo nella zona dei box, il duo McLaren per non rischiare di uscire di pista in quel punto e perdere tutto, decidono di mettere le gomme da bagnato, pur di perdere nei lunghi rettilinei non colpiti dalla pioggia. Nel frattempo Barrichello che aveva rimontato dalla 18° posizione si trova davanti e decide di continuare con le slick, cosa che lo fa essere imprendibile in una pista che si asciugava progressivamente.


Ungheria
13/08/2000 - Hungaroring

Dopo le due sessioni di prove del venerdì e del sabato un poco deludenti, che hanno fatto ottenere la seconda posizione per Coulthard e la terza per Hakkinen, nella notte tra il sabato e la domenica, i meccanici della McLaren hanno saputo risalire a tutti gli inconvenienti e stravolgendo gli assetti precedenti hanno assettato una macchina in modo perfetto.

Alla temuta partenza abbiamo visto scattare in modo fulmineo Hakkinen dalla seconda fila e superare M.Schumacher in fondo al rettilineo. Da quel momento fino alla bandiera a scacchi è rimasto saldamente in quella posizione guadagnando giro dopo giro sugli avversari. Coulthard, anch'esso attardato nella partenza, riesce a superare R.Schumacher nella prima sosta ai box. Di conseguenza si ritrova a tallonare M.Schumacher fino alla fine senza avere mai l'opportunità di superarlo, a causa della tortuosità del circuito e della perdita di secondi dietro ai doppiati.

Videoteca (1)


Belgio
27/08/2000 - Spa-Francorchamps

Le prove del venerdì e del sabato sono state dominate dalla McLaren di Mika Hakkinen che ha ottenuto la Pole Position, mentre David Coulthard ottiene soltanto un quinto posto in griglia.

Domenica cambiano le condizioni meteorologiche che costringono gli organizzatori a far partire la gara dietro la Safety Car. Hakkinen resta in testa finquando non incorre in un testa coda che lo fa slittare in seconda posizione dietro M.Schumacher, Coulthard invece ritarda il pit stop per la sostituzione delle gomme da bagnato con quelle d'asciutto e rimane dietro in classifica. Hakkinen con le gomme rovinate dal testa coda riesce soltanto a contenere il distacco dalla testa della corsa, cosa che cambia con il secondo pit stop. Dopo una costante rimonta su M.Schumacher si trova a tre giri dalla fine a doppiare Zonta e passare Schumacher in un solo colpo: manovra spettacolare sul filo dei 320 Km-h che gli comporta l'ammirazione di tutti. Coulthard, avvantaggiato da un sorpasso ai box e dopo una rimonta dalla 7a posizione, finisce quarto.

Videoteca (1)


Italia
10/09/2000 - Monza

Il venerdì ed il sabato le due McLaren non hanno brillato affatto nelle prove, tanto che Hakkinen e Coulthard partono la domenica in seconda e terza fila.

Dopo una fulminea partenza di Hakkinen che lo fa balzare in seconda posizione e di Coulthard che lo porta in terza posizione, alla seconda variante, Frentzen innesca un terribile incidente che trova coinvolto anche Coulthard e Barrichello. Una ruota colpisce, ferendo a morte un uomo della sicurezza. La corsa riprende regolarmente dopo svariati giri percorsi dietro la safety car, Hakkinen non avendo una macchina regolata in modo ottimale, non riesce a prendere una impeccabile Ferrari. A pochi giri dalla fine Hakkinen tenta una ripresa ma invano, quindi finisce al secondo posto, rimanendo sempre leader del Campionato Piloti e la McLaren altrettanto in quello Costruttori.


USA
24/09/2000 - Indianapolis

Le prove del sabato cominciano sotto la minaccia della pioggia, quindi Hakkinen comincia subito la sessione facendo un giro in più in previsione dell'acuirsi del mal tempo, cosa che non arriva ed Hakkinen si trova a fine sessione senza la possibilità di poter girare. Coulthard invece negli ultimi minuti viene aiutato dalla scia di Hakkinen nell'ultimo suo giro e conquista il secondo tempo davanti ad Hakkinen terzo.

Alla partenza del GP, Coulthard ingannato dal tardivo spegnimento delle luci rosse, parte in anticipo davanti a tutti. Dopo pochi giri in testa, le sue gomme si deteriorano tantissimo e dopo due giri che si era tenuto dietro M.Schumacher non senza difficoltà, ma favorendo il riavvicinamento di Hakkinen terzo, è costretto a rientrare ai box per scontare i dieci secondi di penalità ed il giro successivo per mettere le gomme da asciutto. Anche Hakkinen, forse troppo preventivamente cambia le gomme, cosa che lo fa scivolare molto indietro, ma dopo una successione di giri veloci, raggiunge M.Schumacher, ma lì, il motore cede! Coulthard con una macchina troppo carica aerodinamicamente, non riesce ad ottenere meglio del quinto piazzamento.


Giappone
08/10/2000 - Suzuka

Nel penultimo fine settimana del Mondiale, la McLaren e la Ferrari hanno dimostrato di avere le stesse prestazioni ed affidabilità, come del resto è sempre stato in tutti gli altri GP. Nelle prove del sabato, sia Hakkinen che Schumacher ottengono tempi quasi identici: sono solo nove millesimi separano la prestazione di M.Schumacher da Mika. Coulthard invece, si ferma al terzo tempo.

Al semaforo rosso, Hakkinen, nonostante Schumacher ha uno scarto repentino verso destra per tentare di bloccarlo, riesce ad imboccare per primo la prima curva. La posizione di leader, anche se Schumacher era soltanto a pochi secondi, rimane nelle sue mani fino al secondo pit stop, dove il neo Campione del Mondo resta di più in pista, guadagnando tempo, e riesce davanti ad Hakkinen. A questo punto i giochi sono conclusi! Coulthard finisce la sua corsa terzo davanti a Barrichello.

La McLaren in questo GP ha fatto il possibile dal punto di vista prestazionale anche se la strategia della Ferrari, anche questa volta ha ripagato maggiormente rispetto a quella McLaren.


Malesia
22/10/2000 - Kuala Lumpur

Nelle prove di questo ultimo GP, ancora una volta le McLaren non ottengono la pole ma riescono solo a strappare a Barrichello la seconda posizione all'ultimo minuto.

Alla partenza del GP, Hakkinen parte benissimo, superando M.Schumacher che partiva dalla pole, stesso discorso per Coulthard che dribblando le monoposto si ritrova alla prima curva secondo. Dopo pochi giri Hakkinen, avendo molta benzina, cede la testa della corsa, ma nel frattempo gli viene notificato che aveva fatto una partenza anticipata e che doveva fare uno Stop&Go. Ritorna in pista ultimo in classifica, e di lì, anche grazie ad una sola sosta per rifornimento, comincia una grandissima rimonta che lo porta a finire la corsa in quarta posizione. Coulthard viene scavalcato da M.Schumacher nei due Pit Stop, ma si trova negli ultimi giri a pochi decimi dal primo, senza però avere quel surplus per poterlo passare.


 

|< < Cronaca > >|