2.121.199 

dal 19/11/1999  

START | Storia | Produzione | Clienti/Serie | Motori | Titolari | Società | Factory | Album | Albo d'Oro | Formula 1 | Altre categorie
L'angolo del Professor | Calendario | E-mail | Servizi | McLaren BlogF1 |
Tutto McLaren - Formula 1 - Cronaca Gran Premi 1976

Classifica

 Piazzamenti

     

Brasile  Sudafrica  USA Ovest  Spagna  Belgio  Monaco  Svezia  Francia  Gran Bretagna  Germania  Austria  Olanda  Italia  Canada  USA Est  Giappone 

Brasile
25/01/1976 - Interlagos

In prova Hunt conquista la pole davanti alla Ferrari.

Al via le due Ferrari prendono il largo, ma quando Ragazzoni indietreggia per una foratura dopo i due terzi della corsa, Hunt si ritrova secondo. Al motore di Hunt si rompe una trombetta d’aspirazione e resta con sette cilindri, una volta scivolato al quarto posto, si blocca l’acceleratore ed entra in testa coda danneggiando l’alettone e il radiatore. Mass termina sesto.


Sudafrica
06/03/1976 - Kyalami

In prova Hunt conquista la pole per un decimo su Lauda.

Hunt al via ha qualche difficoltà e scivola al quarto posto. Durante la corsa rimonta fino ad arrivare alle spalle di Lauda, finisce secondo davanti al compagno Mass che si lamenta della tenuta di strada.


USA Ovest
28/03/1976 - Long Beach

Nelle prove Hunt si qualifica in seconda linea.

Hunt parte benissimo e si pone dietro a Ragazzoni ma alla fine del secondo giro il suo motore comincia a girare male. Depailler su Tyrrell lo raggiunge e mentre i due sono affiancati, Hunt viene spinto contro il muretto. L’ira che mostra Hunt per questo episodio resta proverbiale. Mass finisce ancora a punti : quinto.


Spagna
02/05/1976 - Jarama

Nelle prove Hunt è il più veloce e Mass deve partire in seconda fila.

Alla partenza Mass supera Lauda ed i due iniziano un duello fratricida fino a quando Mayer non gli intima di rispettare le posizioni. Mass fino all’arrivo resta alle spalle di Hunt ma a pochi Km dalla bandiera a scacchi rompe il motore.

A fine GP nelle verifiche tecniche fu trovato che la carreggiata posteriore era più larga di 1.8 cm e viene squalificato. Mayer dimostrò che era stata una disattenzione dopo aver cambiato tipo di gomme e che non ne avevano tratto beneficio. La squalifica fu trasformata in multa.


Belgio
16/05/1976 - Zolder

Durante le prove Mass è vittima di una caduta di pressione dell’olio e Hunt si qualifica in seconda fila nonostante una uscita di pista.

Al via Hunt passa le due Ferrari ma la precaria tenuta di strada del suo muletto non gli permette di restare in testa. Quando corre in terza posizione è costretto al ritiro per un guasto al motore. Mass finisce sesto.


Monaco
30/05/1976 - Montecarlo

Durante le prove Mass prova un nuovo alettone addizionale ma viene frenato da un cambio che salta le marce: si qualificano a metà schieramento con Mass davanti ad Hunt.

Hunt comincia a rimontare dopo la partenza ma prima un testa coda lo riporta in fondo alla griglia, poi il suo motore cede. Mass pazientemente, graziato anche dai tanti ritiri, conclude al quinto posto.


Svezia
13/06/1976 - Anderstop

Prove disastrose per le McLaren, sofferenti per una mancanza di aderenza al retrotreno, entrano in testa coda diverse volte. Hunt comunque riesce, in gara, a conquistare la quinta posizione. Mass finisce fuori dai punti.


Francia
04/07/1976 - Paul Ricard

Hunt fa segnare la pole con nuove gomme morbide.

Alla partenza le due Ferrari partono davanti, ma nel corso del GP si ritirano per noie meccaniche. Hunt finisce al comando del GP nonostante nel finale si fosse sentito male ed avesse vomitato nel casco.


Gran Bretagna
18/07/1976 - Brands Hatch

Alla partenza Hunt ha un’esitazione e Ragazzoni lo passa. Quando le Ferrari di Lauda e Ragazzoni entrano in contatto, Hunt tenta di passare tra il guard-rail e la Ferrari ma urta con il posteriore la monoposto di Ragazzoni volando in aria ma riesce a riprendere la pista. Presto si accorge che qualcosa è rimasto danneggiato nell’urto e rientra ai box, ma si accorge che la corsa è stata sospesa. Ai box i meccanici preparano il muletto e riparano la vettura incidentata. Mentre gli organizzatori decidono, Hunt si schiera in prima fila con la vettura della partenza. I commissari decidono che hanno diritto a partire solo i piloti che hanno concluso un giro completo: Hunt si era fermato ai box senza tagliare la linea del traguardo. Hunt, sostenuto dalla folla, decide di partire lo stesso, Ragazzoni che parte con il muletto, cosa che non poteva fare, lo segue nella decisione. Alla seconda partenza Hunt è affetto da un sovrasterzo ma all’improvviso sparisce. Al quarantacinquesimo giro Hunt passa Lauda ed arriva così alla bandiera a scacchi.

Durante le premiazioni, Tyrrell, Copersucar e Ferrari fanno ricorso per squalificare Hunt, le prime due ritirano il ricorso e la Ferrari insiste. La CSI penalizza Hunt per aver ripreso la corsa senza che avesse concluso il giro completo prima dell'interruzione.


Germania
01/08/1976 - Nurburgring

Nelle prove Hunt conquista la pole a fianco di Lauda.

Alla partenza il tempo è incerto, parecchi partono con gomme da bagnato, Mass che conosce la pista parte con le slicks. Al secondo giro tutti rientrano per montare le slicks e Mass si ritrova primo. Hunt esce dai box secondo ed il team gli chiede di farlo passare. Lauda perde il controllo della sua Ferrari, cosa che gli poteva essere fatale se quattro piloti non lo estraevano dalla macchina in fiamme. Alla seconda partenza Hunt parte davanti a tutti ed in questo modo conclude sotto la bandiera a scacchi. Dietro di lui si classificano Scheckter e Mass.


Austria
15/08/1976 - Osterreichring

Nelle prove Hunt usa la nuova M26 ma dopo aver visto che non è molto veloce e dopo aver avuto un problema all’alimentazione, usa la vecchia M23 e si qualifica in seconda linea. Mass si piazza a metà griglia.

Hunt parte in testa ma presto perde posizioni ed arriva al traguardo quarto. A fine GP i meccanici si accorgono che l’alettone anteriore è danneggiato da un detrito, è questo il problema di tenuta di strada. Mass finisce settimo.


Olanda
29/08/1976 - Zandvoort

Mass fa debuttare in corsa la M26 ma per la rottura di un semiasse rimane solo con tre ruote che frenano. Urta le barriere ed ai box la monoposto viene riparata alla meglio al fine di concludere la gara al nono posto. Hunt, nonostante i problemi di sovrasterzo, si trova primo anche grazie al ritiro di Watson e alla non competitività di Ragazzoni.


Italia
12/09/1976 - Monza

La settimana prima del GP, la stampa italiana, accusa le McLaren di usare del metanolo per aumentare la potenza in fase di sorpasso, ma la cosa non fu mai rilevata. Alla dogana le McLaren hanno molte difficoltà per passare e vengono ritardate.

Nelle prove sono sottoposte a minuziosi controlli da parte dei commissari tecnici ed il sabato le analisi sul carburante rilevano un tasso d’ottano superiore al consentito. I commissari interpellano la CSI sul tasso di ottano che è consentito e questi con un fax comunicano erroneamente quello per le scuderie italiane e francesi. Alle McLaren viene tolto il tempo delle prove del sabato e confermato quello stabilito il venerdì su pista bagnata.

Al secondo giro del GP Mass si ritira ai box con un problema di accensione. Hunt, lanciato in una rimonta, si trova dodicesimo dopo solo dieci giri. Nella rimonta incontra Pryce sulla Shadow, è molto veloce e Hunt deve pazientare per passarlo. Quando affronta Ickx, Pryce affianca Hunt ed i due entrano in contatto.


Canada
03/10/1976 - Mosport

Hunt parte in pole al fianco di Peterson. Peterson parte benissimo e si porta in testa al GP ma Hunt lo passa dopo essere stato tallonato da Depailler per molti giri. Mass termina quinto.


USA Est
10/10/1976 - Watkins Glen

Nelle prove Hunt conquista la pole davanti a Scheckter.

La Tyrrell parte benissimo e Hunt lo passa solo a tredici giri dall’arrivo. Mass dopo aver attaccato a lungo Lauda che correva al terzo posto, si accontenta della posizione.


Giappone
24/10/1976 - Mount Fuji

Hunt si qualifica in prima fila dietro Andretti.

Poco prima del GP sul circuito si abbatte un violento acquazzone. Hunt e Lauda chiedono di rimandare la corsa ma gli organizzatori accettano solo di rinviare la partenza. Hunt parte in testa andando veloce perché non ha la visuale compromessa dall’acqua che alzano le altre monoposto. Lauda dopo due giri, per paura si ritira ai box. Dopo quindici giri smette di piovere e Hunt abbassa il ritmo perché le gomme da pioggia non sono più in grado di tenere la macchina. Hunt tenta l’impossibile per non rientrare a cambiare le gomme, ma quando una ruota si affloscia a cinque giri dalla fine rientra per la sostituzione ma perde tempo perché il cric non passa sotto la macchina; Hunt riprende la corsa al quinto posto. Con gomme nuove, al settantesimo giro passa Jones e Ragazzoni e conclude il GP in terza posizione. Mass al quarantaseiesimo giro, quando è secondo, va in aquaplaning e si ferma davanti ai box.


 

|< < Cronaca > >|