2.043.072 

dal 19/11/1999  

START | Storia | Produzione | Clienti/Serie | Motori | Titolari | Società | Factory | Album | Albo d'Oro | Formula 1 | Altre categorie
L'angolo del Professor | Calendario | E-mail | Servizi | McLaren BlogF1 |
Tutto McLaren - Formula 1 - Cronaca Gran Premi 1997

Classifica

 Piazzamenti

     

Australia  Brasile  Argentina  San Marino  Monaco  Spagna  Canada  Francia  Gran Bretagna  Germania  Ungheria  Belgio  Italia  Austria  Lussemburgo  Giappone  Europa 

Australia
09/03/1997 - Melbourne

Alla partenza schizzano Frentzen e Coulthard. Coulthard rimane primo dopo il suo unico pit-stop e i due degli avversari. Coulthard chiude primo e Hakkinen terzo.


Brasile
30/03/1997 - Interlagos

Al primo giro Hakkinen guadagna qualche posizione anche su M. Schumacher, alla fine finisce quarto ed il compagno decimo.


Argentina
13/04/1997 - Oscar Galvez

Nella confusione della partenza Coulthard urta Ralf Schumacher e perde una ruota anteriore. Hakkinen adotta la strategia delle gomme dure e di una sola sosta. Per colpa dell’alta temperatura e per l’intervento durante la corsa della Safety Car, Hakkinen si ritrova a fine gara quinto.


San Marino
27/04/1997 - Enzo e Dino Ferrari

I due della McLaren partono per poi effettuare una sola sosta, ma la strategia è perdente. Hakkinen conclude sesto e Coulthard si ritira.


Monaco
11/05/1997 - Montecarlo

Al primo giro Coulthard, quando era settimo, va in testa coda in una chicane e si ritira. Hakkinen monta le gomme slick, nella stessa curva dove è uscito Coulthard tenta la frenata, urta il retrotreno di Alesi ed è costretto al ritiro.


Spagna
25/05/1997 - Catalunya

Coulthard al via guadagna una posizione e si porta al secondo posto, Hakkinen rimane indietro. La strategia delle due soste e gomme poco performanti relegano Coulthard ed Hakkinen al sesto e settimo posto.


Canada
15/06/1997 - Gilles Villeneuve

Coulthard attacca M. Schumacher al comando della corsa, ma la McLaren deve fare una sosta in più per il degrado delle gomme ed in più al box il motore si spegne ed è quindi nulla la possibilità di riprendere la testa della corsa e la zona punti.


Francia
29/06/1997 - Magny-Cours

Dopo il via le posizioni restano immutate. Hakkinen dopo diciotto giri si ritira per rottura di motore. Coulthard affronta gli ultimi giri al sesto posto ma, al penultimo giro, fa un errore e perde la posizione a favore di Ralf Schumacher: si classifica settimo ad un giro.


Gran Bretagna
13/07/1997 - Silverstone

Dopo il via Hakkinen si attesta al quarto posto ed il compagno al quinto. Durante il primo giro esce la Safety Car e resta in pista per cinque giri. I piloti della McLaren adottano la strategia di una sosta e questo permette loro di portarsi al comando. A sette giri dalla fine il motore di Hakkinen cede ed il pilota della McLaren è costretto al ritiro. Coulthard nonostante i problemi ai freni, finisce quarto.


Germania
27/07/1997 - Hockenheim

Hakkinen al via perde una posizione perché viene passato da M. Schumacher. Durante il primo giro Coulthard viene appiedato dall’albero della trasmissione. A cinque giri dalla bandiera a scacchi Fisichella, secondo, si ritira ed Hakkinen sale sul gradino più basso del podio.


Ungheria
10/08/1997 - Hungaroring

Dopo il via Hakkinen guadagna una posizione e Coulthard due. Al dodicesimo giro Hakkinen viene appiedato dal suo impianto idraulico. Coulthard risale fino al terzo posto ma, a dodici giri dalla fine, il suo alternatore lo ferma.


Belgio
24/08/1997 - Spa-Francorchamps

Nelle prove, oltre ai problemi con la sospensione posteriore, sulla monoposto di Hakkinen la FIA trova una benzina che non risultava conforme con quella depositata in precedenza e viene squalificato. La McLaren fa ricorso in Appello ed il pilota viene reinserito sub judige.

Domenica c’è una pioggia incessante e la corsa parte dietro la Safety Car. Durante il giro di formazione Hakkinen sorpassa e rischia di essere punito con il divieto di correre al GP successivo. Coulthard, quando era sesto, torna ai box a montare le slick: questa operazione lo fa perdere solo una posizione. Dopo poco, al diciannovesimo giro, va in testacoda e per lui la corsa finisce. Hakkinen conclude il GP in terza posizione.

In appello la FIA squalifica Hakkinen per uso di benzina irregolare e la classifica viene riformulata.


Italia
07/09/1997 - Monza

Coulthard approfitta della sosta ai box di Alesi, che stava conducendo in testa, e va a vincere il GP. Hakkinen avrebbe avuto buone possibilità di vittoria se una foratura non lo avrebbe fatto retrocedere in nona posizione.


Austria
21/09/1997 - A1 Ring

Al primo giro Hakkinen si ferma a bordo pista con il motore rotto. Durante la corsa, la squalifica di Trulli, la penalità di M. Schumacher e il gioco dei pit stop, fanno salire Coulthard fino al secondo posto, che conserva fino alla fine.


Lussemburgo
28/09/1997 - Nurburgring

Al via Hakkinen conserva la pole e Coulthard si piazza dietro al compagno. Coulthard ha la strategia dell’unica sosta ed il compagno ne deve fare due. I due della McLaren si scambiano il comando al primo pit stop di Hakkinen, poi al quarantaduesimo e quarantatreesimo giro i loro motori li appiedano.


Giappone
12/10/1997 - Suzuka

Al via Hakkinen guadagna una posizione su Irvine ma al giro successivo il ferrarista si riprende il quarto posto. Le tre soste previste, mentre non cambiano la posizione di Hakkinen, portano Coulthard all’ottavo posto. All’ultimo giro lo scozzese comincia ad accusare qualche problema di motore e scivola fino all’undicesimo posto.

La squalifica successiva di Villeneuve classica Coulthard decimo.


Europa
26/10/1997 - Jerez

Il sabato, Hakkinen e Coulthard si qualificano in terza fila.

Al via i due della McLaren passano Hill e guadagnano una posizione. Al tredicesimo giro Hakkinen passa Frentzen e si pone dietro a M.Schumacher e Villeneuve. Dopo metà GP ed un pit-stop, Hakkinen si trova dietro al compagno. A venti giri dalla fine, Villeneuve e M. Schumacher si urtano e M. Schumacher si ritira e viene squalificato. Dopo un giro Hakkinen infila il compagno e si trova alle spalle del leader Villeneuve il quale, per non correre rischi, fa passare il finlandese e Coulthard.


 

|< < Cronaca > >|