2.357.208 

dal 19/11/1999  

START | Storia | Produzione | Clienti/Serie | Motori | Titolari | Società | Factory | Album | Albo d'Oro | Formula 1 | IndyCar | Altre categorie
L'angolo del Professor | Calendario | E-mail | Servizi |
Tutto McLaren - L'angolo del Professor
2019

Australia Bahrain Cina Azerbaijan Spagna Monaco Canada Francia Austria Gran Bretagna 
Germania Ungheria Belgio Italia Singapore Russia Giappone Messico Stati Uniti Brasile 
Abu Dhabi 

<

GP del Giappone 2019

>

Ferrari ultimamente sembra aver preso l’abitudine di farsi del male da sola ed oggi a Suzuka ulteriormente ha confermato la tendenza.

Dopo una strepitosa qualifica in cui aveva conquistato la prima fila, Vettel si è impuntato al via ( rischiando per altro penalizzazione per falsa partenza, su cui probabilmente si è chiuso un occhio per il modestissimo spazio percorso ), seguito subito alla prima curva da Leclerc che ha sbattuto fuori Verstappen eliminandolo dalla gara e prendendosi, oltre ai danni sulla vettura, ulteriori secondi di penalizzazione ( alla fine perduto un posto nell’ordine d’arrivo ) ed una sonora multa per Maranello colpevole di non averlo fermato subito per riparare i danni.

Vettel invece si è comportato da campione nel rimontare dopo il gap iniziale, in questo favorito indirettamente dalle decisioni Mercedes che hanno voluto dare a Bottas la possibilità di vincere la gara dopo una prima fase condotta splendidamente in testa.

Hamilton, obtorto collo, ha obbedito nel rientrare ai box per un forse pleonastico pit stop, favorendo in tal modo la vittoria del compagno.

Inutile la sua finale rincorsa a Vettel, insuperabile data la maggior velocità di punta di Ferrari su Mercedes.

Verstappen fuori, come a dire che Red Bull non è stata in lizza per il podio, mentre, fra gli altri, si conferma un ottimo Sainz alla guida di una McLaren che, pensando al futuro, potrà in non troppo tempo competere anche con le prime tre.

Il prossimo appuntamento oltreoceano, con Messico e Stati uniti, verosimilmente non avrà molto da dire, se non per una battaglia intestina tra i due ferraristi per la conquista della terza piazza nel Mondiale piloti.

Con viva simpatia,

vi saluta il vostro Fabrizio Pasquali

Tutto McLaren - L'angolo del Professor - Menu

E-mail

“ Quei temerari a ruote scoperte “ - ( Formula Uno in pillole )