2.043.575 

dal 19/11/1999  

START | Storia | Produzione | Clienti/Serie | Motori | Titolari | Società | Factory | Album | Albo d'Oro | Formula 1 | Altre categorie
L'angolo del Professor | Calendario | E-mail | Servizi | McLaren BlogF1 |
Tutto McLaren - Formula 1 - Piazzamenti

Piazzamenti

Pilota: Vittorie | Pole Position | Giro Più Veloce | Hat Tricks | Squalifiche | Vittoria dalla Pole | Non Qualificato | Non via | Forfait

Team: Doppietta | Scala Reale | Prima fila

Classifiche: Piloti | Telai | Motori

Piloti 
GP 
Modelli 

Motori 

  

Joakim Bonnier

Svedese, nato a Djurgarden (Stoccolma) il 31 gennaio 1930 e morto a Le Mans l'11 giugno 1972 in un incidente nel corso della celebre 24 Ore. Debutta in Formula 1 il 2 settembre 1956 in occasione del GP d'Italia (Monza), al volante di una Maserati 250F (ritiro al 4° giro per problemi al motore). Per i due anni successivi “Jo” rimane legato alla scuderia bolognese, raccogliendo un bottino di soli tre punti e ritirandosi in diverse occasioni a causa di incidenti o guasti tecnici. Alla fine del 1958 decide, dunque, di approdare in BRM, disputando le ultime due gare stagionali, ed è al volante della monoposto inglese che, l'anno dopo, ottiene le sua prima ed unica vittoria in carriera, a Zandvoort, peraltro coronata da quella che rimarrà anche la sua unica pole position. Tra il 1959 ed il 1960, oltre al successo in Olanda, Bonnier colleziona altri tre arrivi a punti, prima di accasarsi alla Porsche per il biennio successivo, con la quale, tuttavia, non va oltre qualche buon piazzamento. Nel 1963 lo svedese è in forze alla Cooper, mentre per le due stagioni seguenti passa alla Brabham, prima di fondare un team privato (“Joakim Bonnier Racing Team”, poi divenuto “Ecurie Bonnier”) con cui, a partire dal 1966, prende parte a ben 40 appuntamenti iridati, tramite vetture “prese in prestito” da Cooper, Brabham, McLaren, Honda e Lotus. Conclusa la propria attività nel Circus, con ben 102 gare disputate e 24869 km percorsi, e dopo aver vinto diverse competizioni automobilistiche negli anni '60 (Targa Florio, 1000km del Nurburgring, ecc.), lo svedese perde tragicamente la vita nel corso della 24 Ore di Le Mans del 1972, al volante di una Lola-Cosworth T280. “Jo” è uno dei piloti ad aver contribuito alle riprese del lungometraggio “Grand Prix” (1966).

 
#

ANNO

GP PIAZZAMENTI VETTURA MOTORE

1

1968 

Italia

6° 

M5A

BRM

Con la McLaren ha conquistato 1 punti.

Ha corso in McLaren dal 1968 al 1971.

  

Tutti i piazzamenti, Pole, GPV, Non via, NQ, SQ