2.413.415 

dal 19/11/1999  

START | Storia | Produzione | Clienti/Serie | Motori | Titolari | Società | Factory | Album | Albo d'Oro | Formula 1 | IndyCar | Altre categorie
L'angolo del Professor | Calendario | E-mail | Servizi | FanBox |

MP4-23

2008

by Lowe (Goss)

Telaio

Telaio monoscocca e cofano motore in fibra di carbonio ed alluminio honey-comb con una zavorra di circa 90 Kg per raggiungere il peso regolamentare di 600 Kg. I radiatori acqua/olio sono monolitici ed inclinati in avanti di 68°.

Aerodinamica Muso medio-alto e stretto con supporti dell'alettone sul secondo profilo alare; profilo alare ad "orecchie di elefante" sul muso; deviatori di flusso davanti agli specchi retrovisori; dietro le ruote anteriori schermi sdoppiati; pance corte, alte e scavate nella parte inferiore con imbocco triangolare; nella parte superiore esterna delle fiancate, dietro a pinne longitudinali che si protraggono fino all'ingresso delle fiancate, ci sono gli sfoghi dell'aria calda a ciminiera incurvata verso l'esterno; le protezioni a fianco della testa del pilota sono più alte come per regolamento; scarichi alti integrati negli sfoghi dell'aria calda; davanti alle ruote posteriori pinna, spoiler e deriva verticale; sul cofano motore mini alettone e pinna orizzontale; sopra il cambio, flap ai lati della luce posteriore. L'alettone anteriore a cucchiaio si protende verso l'avanti ed un secondo profilo superiore con flap è fissato solo alle paratie laterali ed oltrepassa il muso con un arco (dal GP del Canada, per regolamento, è fissato anche al musetto); l'alettone posteriore, sempre a cucchiaio, è sorretto da due piloni centrali a sbalzo, le paratie laterali presentano feritoie orizzontali per ridurre la turbolenza ed hanno un taglio che lo separa dal profilo, anteriormente seguono la curvatura della ruota mentre posteriormente sono più basse nella parte alta. La struttura deformabile posteriore ha anche funzione aerodinamica.
Sospensioni Sospensione anteriore push-rod con attacchi inferiori sdoppiati ed ancoraggio sullo spigolo inferiore della scocca, triangolo superiore rialzato a profilo alare con braccio dello sterzo integrato. Al posteriore l'elemento esterno della presa d'aria ha un profilo aerodinamico. Pinze dei freni oblique con presa d'aria a cestello che copre il disco e fa espellere l'aria calda assialmente; coprimozzo fisso con sfogo dell'aria orizzontale; attacco del puntone delle sospensioni infulcrato sul portamozzo.
Motore Mercedes-Benz Fo108V, 2400 cc, V8 di 90°, 2 alberi a camme e 4 valvole per cilindro, 95 Kg di peso ed alesaggio di 98 mm (insieme alla posizione del centro di gravità sono regolamentate dalla FIA), monoblocco e testa in alluminio, gestione elettronica con centralina unica Microsoft-MES TAG-310B, potenza massima a 19.000 giri/min di regime massimo di rotazione (per regolamento). Vita utile circa 1800 Km - qualifiche e gara di 2 GP
Cambio McLaren, longitudinale, semiautomatico a 7 rapporti, scatola in carbonio, gestione elettronica con centralina unica Microsoft MES; sistema "fast shift" (albero ausiliario con preselezione dei rapporti per cambiate simultanee). Vita utile 4 GP.
Pneumatici Monogomma Bridgestone

MP4-23K

(Fry)

MP4-23 per i test in vista del Mondiale 2009 con aerodinamica aggiornata alle nuove regole, gomme slick e sistema KERS.