2.206.987 

dal 19/11/1999  

START | Storia | Produzione | Clienti/Serie | Motori | Titolari | SocietÓ | Factory | Album | Albo d'Oro | Formula 1 | Altre categorie
L'angolo del Professor | Calendario | E-mail | Servizi | McLaren BlogF1 |

M7A

1968

by Herd e Coppuck

Telaio (Telai M7-1, 2, 3) Il telaio monoscocca era composto da profilati in alluminio L72 Reynolds e da pannelli di magnesio rivettati. I fianchi contenevano due serbatoi di benzina in plastica della capacitÓ di 50 litri, un altro supplementare di 40 litri dietro il sedile e un altro sopra le gambe: in tutto 145 litri. Il radiatore dell'acqua della Sek era posto all'anteriore mentre quello dell'olio era piazzato proprio sopra il cambio.
Aerodinamica Carrozzeria di fibra di vetro. Nel corso della stagione fu montato anche un alettone sopra il motore.
Sospensioni La sospensione anteriore era disegnata da B.McLaren e derivava da quella della M6A con biellette superiori ed inferiori e da doppi tiranti; al posteriore triangoli invertiti e doppi tiranti. Gli ammortizzatori elicoidali erano della Koni e i supporti dei braccetti dello sterzo erano bullonati come sulla M5A. I freni erano della Lookherd del diametro di 26.6 cm, ventilati e all'interno di ruote di 38 cm.
Motore Il motore era il Ford-Cosworth DFV S8 che sviluppava al minimo 408 CV a 9.200 giri/min.
Cambio Hewland FG 301, manuale a 5 rapporti con differenziale Weismann.
Pneumatici Good Year

 

  M7 >