2.161.951 

dal 19/11/1999  

START | Storia | Produzione | Clienti/Serie | Motori | Titolari | SocietÓ | Factory | Album | Albo d'Oro | Formula 1 | Altre categorie
L'angolo del Professor | Calendario | E-mail | Servizi | McLaren BlogF1 |
Tutto McLaren - Formula 1 - Piazzamenti

Piazzamenti

Pilota: Vittorie | Pole Position | Giro Pi¨ Veloce | Hat Tricks | Squalifiche | Vittoria dalla Pole | Non Qualificato | Non via | Forfait

Team: Doppietta | Scala Reale | Prima fila

Classifiche: Piloti | Telai | Motori

Piloti 
GP 
Modelli 

Motori 

  

Jody David Scheckter

Sudafricano, nato a East London il 29 gennaio 1950. Debutta in Formula 1 l'8 ottobre 1972 in occasione del GP degli Stati Uniti (Watkins Glen), al volante di una McLaren-Ford M19A (9░). L'anno seguente disputa altre cinque gare con la scuderia di Colnbrook, ritirandosi, per˛, in tutte le occasioni e causando un terribile e colossale incidente a Silverstone con un testacoda in pieno rettilineo, che costa al giovane sudafricano la non partecipazione ad alcuni appuntamenti su pressione dei piloti pi¨ esperti. A partire dal 1974, dunque, si accasa alla Tyrrell, addirittura come caposquadra, a fronte della morte di Francois Cevert e del ritiro dalle competizioni di Jackie Stewart. Jody agguanta due successi e termina addirittura terzo in classifica finale. L'anno dopo, tuttavia, coglie una sola vittoria ed altri due podi, mentre nel 1976 conclude nuovamente terzo in graduatoria, trionfando nel GP di Svezia a bordo della celebre Tyrrell P34 a sei ruote e piazzando quest'ultima in pole position, la prima della sua carriera, nella stessa occasione. Nel 1977 passa alla Wolf, vettura debuttante in F1 ma che si dimostra fin da subito competitiva e, infatti, Scheckter fa suoi tre GP ed una partenza al palo, chiudendo nientemeno alle spalle dell'iridato Niki Lauda al termine del campionato. Dopo una stagione di alti e bassi, riceve la chiamata da parte della Ferrari per il 1979 e, finalmente, grazie ad una vettura ultracompetitiva come la 312 T4, si aggiudica il titolo mondiale, consentendo alla scuderia di Maranello di portare a casa anche l'alloro nel Costruttori, grazie ad un compagno di primo livello quale Gilles Villeneuve. Appagato forse dal successo, il sudafricano disputa un 1980 altamente al di sotto delle aspettative e, dopo aver racimolato solo due punti nel corso della stagione, decide di abbandonare il Circus con 112 GP all'attivo, 10 vittorie, 3 pole position, 5 giri veloci e 33 podi. Scheckter rimane tuttora l'unico iridato africano nella storia della Formula 1.

Questo pilota non si Ŕ mai classificato in zona punti con una McLaren.

Ha corso in McLaren dal 1972 al 1973.

  

Tutti i piazzamenti, Pole, GPV, Non via, NQ, SQ