2.043.575 

dal 19/11/1999  

START | Storia | Produzione | Clienti/Serie | Motori | Titolari | Società | Factory | Album | Albo d'Oro | Formula 1 | Altre categorie
L'angolo del Professor | Calendario | E-mail | Servizi | McLaren BlogF1 |
Tutto McLaren - Formula 1 - Piazzamenti

Piazzamenti

Pilota: Vittorie | Pole Position | Giro Più Veloce | Hat Tricks | Squalifiche | Vittoria dalla Pole | Non Qualificato | Non via | Forfait

Team: Doppietta | Scala Reale | Prima fila

Classifiche: Piloti | Telai | Motori

Piloti 
GP 
Modelli 

Motori 

  

Andreas Nikolaus Lauda

Austriaco, nato a Vienna il 22 febbraio 1949. Debutta in Formula 1 il 15 agosto 1971 in occasione del GP d'Austria (Osterreichring), al volante di una March-Ford 711 (ritiro al 20° giro per fuoripista). Nei due anni successivi, passati tra March e BRM, raccoglie un solo piazzamento a punti, ma, nonostante ciò, riceve l'ingaggio da parte della Ferrari per la stagione 1974. “Niki” si mette subito in mostra con due successi e ben nove pole position, spalleggiando nella lotta per il titolo il compagno Clay Regazzoni, il quale, tuttavia, alla fine dovrà arrendersi al rivale su McLaren Emerson Fittipaldi. La stagione dopo, l'austriaco è Campione del Mondo, grazie ad una monoposto meravigliosa quale la 312T, che gli consente di dominare gran parte del campionato. Nel 1976, tuttavia, l'iridato, involato verso la seconda affermazione di fila, subisce un gravissimo incidente al Nurburgring, dove rimane intrappolato nella sua monoposto in fiamme per diversi minuti, prima di essere estratto, in condizioni critiche, da altri tre colleghi. Salvatosi miracolosamente, dopo poco più di un mese è già di nuovo in pista, a Monza, con le ferite ancora sanguinanti ed il terrore nel cuore. Nello sprint finale, tuttavia, conclusosi in un bagnatissimo GP del Giappone, il rivale James Hunt (McLaren) riesce a soffiargli il titolo per una sola lunghezza, a fronte del ritiro volontario dell'austriaco al secondo giro, probabilmente nel rispetto di un accordo prestabilito ma non onorato da tutti i partecipanti. Nel 1977, invece, “Niki” non lascia spazio agli avversari e si aggiudica il secondo alloro grazie a tre vittore e ben sette podi, guadagnandosi la fama di pilota “calcolatore”. Al termine di questo ciclo, tuttavia, abbandona Maranello a causa di divergenze con Enzo Ferrari ed approda alla Brabham. Il primo anno conquista due successi e diversi podi, mentre nel 1979 viene colpito da numerosissimi guai in termini di affidabilità e, tra il clamore generale, annuncia il ritiro dalle competizioni. Nel 1982, però, l'ex iridato scuote nuovamente il Circus, accettando l'ingaggio da parte della McLaren. Il suo talento non è cambiato di una virgola ed alla prima stagione dopo il rientro colleziona subito due vittorie. Dopodichè, successivamente ad un'annata caratterizzata da alterne fortune, nel 1984 riesce nell'impresa di aggiudicarsi il terzo titolo iridato, grazie ad una MP4-2 stratosferica, che gli consente di battere il giovane compagno di squadra Alain Prost per solo mezzo punto, a riconferma della sua sagacia tattica. Al termine della stagione seguente, dopo aver contribuito all'ottenimento del Campionato Costruttori con un'ultima splendida vittoria a Zandvoort ed aver aiutato Prost nella rincorsa al suo primo alloro, “Niki” dice definitivamente addio ai motori, dopo 171 GP disputati, 25 vittorie, 24 pole position, 24 giri veloci e 54 podi. Attualmente, cura una compagnia aerea da lui stesso fondata: la FlyNiki.

 
#

ANNO

GP PIAZZAMENTI VETTURA MOTORE

1

1982 

Sudafrica

4° 

MP4/1B

Ford-Cosworth

2

" 

USA Ovest

1° 

MP4/1B

Ford-Cosworth

3

" 

Olanda

4° 

MP4/1B

Ford-Cosworth

4

" 

Gran Bretagna

1° 

MP4/1B

Ford-Cosworth

5

" 

Austria

5° 

MP4/1B

Ford-Cosworth

6

" 

Svizzera

3° 

MP4/1B

Ford-Cosworth

7

1983 

Brasile

3° 

MP4/1C

Ford-Cosworth

8

" 

USA Ovest

2° 

MP4/1C

Ford-Cosworth

9

" 

Gran Bretagna

6° 

MP4/1C

Ford-Cosworth

10

" 

Austria

6° 

MP4/1C

Ford-Cosworth

11

1984 

Sudafrica

1° 

MP4/2

TAG-Porsche

12

" 

Francia

1° 

MP4/2

TAG-Porsche

13

" 

Canada

2° 

MP4/2

TAG-Porsche

14

" 

Gran Bretagna

1° 

MP4/2

TAG-Porsche

15

" 

Germania

2° 

MP4/2

TAG-Porsche

16

" 

Austria

1° 

MP4/2

TAG-Porsche

17

" 

Olanda

2° 

MP4/2

TAG-Porsche

18

" 

Italia

1° 

MP4/2

TAG-Porsche

19

" 

Europa

4° 

MP4/2

TAG-Porsche

20

" 

Portogallo

2° 

MP4/2

TAG-Porsche

21

1985 

San Marino

4° 

MP4/2B

TAG-Porsche

22

" 

Germania

5° 

MP4/2B

TAG-Porsche

23

" 

Olanda

1° 

MP4/2B

TAG-Porsche

Con la McLaren ha conquistato 128 punti.

Ha corso in McLaren dal 1982 al 1985.

  

Tutti i piazzamenti, Pole, GPV, Non via, NQ, SQ